lunedì 30 Gennaio 2023 - 21:48

Francia, le regioni del Sud incantano anche d’autunno 2020

Per turisti e visitatori che, anche in questo periodo di declinante estate, intendono trascorrere una vacanza fatta di sole, di spiaggia, di scoperte e di atmosfera, in Francia mete ideali sono costituite dalla Costa Azzurra fino alla Provenza, ancora più affascinanti d’autunno 2020, stagione ideale per visitare queste due splendide regioni del Sud. Ecco allora, alcune proposte davvero incantevoli:
Mentone, Riviera e Meraviglie – L’head-line racchiude tutto il fascino di Mentone, che si declina dalla costa alla Valle delle Meraviglie ed offre tante scoperte nel segno della natura, della cultura e del gusto. Dopo il mare e le splendide spiagge, da scoprire l’altrettanto splendido Museo Cocteau e nella sede storica al Bastione, poi il fascino delle stradine del centro e la chiesa barocca di Saint Michel. Imperdibili i borghi del litorale, che regalano panorami totali, tra cui Castellar, Gorbio e La Turbie arroccato a 500 metri d’altitudine con il monumentale Trofeo delle Alpi, Roquebrune-Cap Martin, con il famoso Cabanon di Le Corbusier e la Villa E-1027 di Elieen Gray e Saint-Agnès, annoverato tra i più belli villaggi di Francia. E in fatto di gusto, il leggendario Mirazur, il ristorante migliore del mondo dello chef 3 stelle migliore del mondo, Mauro Colagreco e che ha aperto sull’Esplanade de Sablettes, antistante al vecchio porto, anche la sua prima pizzeria, Pecora Negra, informale e per tutte le tasche, che propone pizze e piatti della tradizione mediterranea no stop, dalle 11 alle 23. www.menton-riviera-merveilles.fr
Antibes-Juan les Pins al ritmo del jazz – La capitale francese del jazz, scenario di Jazz à Juan, il più antico e prestigioso festival, è sempre piacevole da scoprire e riscoprire anche in autunno. Sul mare a passeggiare fra le ricchezze naturali del Cap d’Antibes, come lungo la plendida la passeggiata lungo il sentiero del litorale, il Sentiero di Tire-Poil, all’estremo sud di Cap d’Antibes, di 5 km circa. E poi percorrendo il cuore antico di Antibes, racchiuso fra i bastioni, fra le vie delle boutiques, le terrazze dei ristoranti, il tradizionale mercato provenzale, il porto Vauban ed il fiorito quartiere Safranier. Ed ancora, è piacevole seguire la Strada dei Pittori, per le riproduzioni installate nei luoghi in cui furono dipinte opere dei tanti artisti che hanno soggiornato nella località, affascinati dalla luce unica e dai colori magici. Imperdibile il Museo Picasso al Castello Grimaldi, che nel 1946 ebbe qui il suo atelier e realizzò numerose opere lasciandole in dono al museo, ma anche opere di Nicolas de Staël, Hans Hartung e Joan Miró. Da non mancare anche il piccolo e delizioso Museo Peynet. www.antibesjuanlespins.com
Saint-Tropez, fra veg e mostreSaint Tropez, oltre che essere un’affascinante località balneare che attira i migliori nomi del jet set internazionale, è annoverata tra le migliori destinazioni gastronomiche del mondo. Dai ristoranti stellati di alcuni dei grandi della cucina francese (fra cui Alain Ducasse, Eric Fréchon), agli indirizzi “Veg’ Attitude”, un progetto per diventare la prima destinazione Veg’ in Francia, Saint Tropez aggiunge questo plus alle sue molte attrattive e alle spiagge leggendarie. Tanto per iniziare, da Pampelonne, all’aperitivo sul porto, alle boutiques e le terrazze del centro. Ed alcune mostre imperdibili: fino al 31 ottobre, Johnny Hallyday al Museo della Gendarmerie e del Cinema, un must della località in cui sono stati girati tanti film famosi. Altre tre importanti mostre da vedere, fino all’11 ottobre, alla Fondazione Linda&Guy Pieters di Place de Lices: Niki de Saint Phalle, Ben (artista che ha decorato anche il faro della località) e Gilbert&George. Imperdibile un assaggio della leggendaria tarte tropezienne, inventata durante le riprese del film di Roger Vadim, Et Dieu créa la femme e battezzata così dalla protagonista Brigitte Bardot. www.sainttropeztourisme.com
Hyères e Porquerolles, il mare e l’arte – Le splendide spiagge di Hyères e delle Iles d’Or sono solo una delle tante attrattive. E’ un piacere infatti dopo una giornata al mare seguire nel centro storico il Percorso delle Arti, fra laboratori di artigiani e artisti, alla scoperta del patrimonio architettonico, illuminato la sera da proiezioni luminose. Imperdibile Villa Noailles, capolavoro di Robert Mallet-Stevens sulla collina, anche oggi luogo di incontro di artisti ed ospita dal 15 al 19 ottobre, il Festival Internazionale di moda, fotografia e accessori di moda. Da non perdere un tour in battello alle Iles d’Or, con Port Cros, interamente parco nazionale, terrestre e marino e Porquerolles, l’isola più grande, in cui trascorse lunghi periodi di vacanza anche lo scrittore George Simenon. Ed ancora, la splendida Fondazione Carmignac ospita la mostra Prix Carmignac di Fotogiornalismo, 10 anni di reportages, visitabile fino al 1° novembre. www.hyeres-tourisme.com

www.france.fr

(Piergiorgio Felletti)

Articoli correlati

Seguici sui Social

1,214FansMi piace
128FollowerSegui
268FollowerSegui

Turismo e viaggi

Enogastronomia

Lifestyle

Questo sito web utilizza cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento. La chiusura del banner comporta il consenso ai soli cookie tecnici necessari.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari:
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • wordpress_gdpr_allowed_services
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_cookies_declined

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi